Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Classi dello Stoppa a scuola di legalità dalla Polizia di Stato e Postale

Contenuto in: 

Il giorno 26 marzo 2019 le classi 1 B SC, 1 E e 1 F SS, accompagnati dai docenti Patrizia Balestri, Chiara Pirazzini, Agostino Cavarretta, Maria Cristina Colaci e Daniele Zoli, hanno partecipato all’iniziativa di educazione alla legalità «Una Vita da social», campagna itinerante organizzata dalla Polizia di Stato con la collaborazione della Polizia Postale. Partita da Matera, la campagna ha fatto tappa anche a Ravenna. I ragazzi, seduti in un track allestito per l’occasione, hanno interagito con i funzionari della Polizia Postale, i quali li hanno resi edotti e consapevoli dei rischi connessi all’utilizzo della rete ed i particolare dei cosiddetti “social”. Attraverso esempi concreti, tratti dall’esperienza sul campo degli operatori del settore, e la visione di filmati molto pregnanti, si è cercato di rendere i ragazzi, spesso utenti incauti della rete, consapevoli della delicata linea di confine che intercorre tra gioco e responsabilità. «Spesso ciò che inizia come un gioco diventa illecito» o «Le parole fanno più male delle botte» - gli slogan risuonati. «In effetti – commenta la prof. Magnani – le parole non danno scampo, e chi decide di farla finita perché offeso dalla rete, spesso decide non solo di disconnettersi, ma di farla finita per sempre. I ragazzi sono rimasti coinvolti da questa esperienza formativa, che verrà rielaborata in chiave di educazione alla cittadinanza digitale nelle loro classi». (gb)

Sito realizzato da Nadia Caprotti nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.